Carico differito di impianto Prama RF in posizione 1.4

Dott. Costantino Vignato, Dott. Giuseppe Vignato, Odt. Riccardo Finotello, Vicenza

Il paziente si presenta alla nostra attenzione per il restauro del premolare in posizione 1.4. Dopo l’estrazione della radice dell’elemento compromesso, si procede con l’inserimento di un impianto Prama RF.

“L’impianto Prama, grazie alla peculiare morfologia del collo, permette di risparmiare i picchi ossei che fungono da sostegno ai tessuti molli. In questo caso, il lavoro sinergico di impianto e vite di guarigione porta a tessuti sani e maturi già al momento del posizionamento della corona provvisoria, evitando la necessità di attendere ulteriore tempo per finalizzare il caso.”

cit. Dott. Costantino e Dott. Giuseppe Vignato

Foto per gentile concessione: Dott. Costantino Vignato, Dott. Giuseppe Vignato.
Foto per gentile concessione: Dott. Costantino Vignato, Dott. Giuseppe Vignato.

Caso clinico iniziale.

Foto per gentile concessione: Dott. Costantino Vignato, Dott. Giuseppe Vignato.
Foto per gentile concessione: Dott. Costantino Vignato, Dott. Giuseppe Vignato.

Immagine clinica e radiografica dell’impianto in situ con la vite transmucosa di guarigione inserita.

Foto per gentile concessione: Dott. Costantino Vignato, Dott. Giuseppe Vignato.
Foto per gentile concessione: Dott. Costantino Vignato, Dott. Giuseppe Vignato.

Immagine clinica al momento della rimozione della vite di guarigione, si evidenzia come i tessuti molli siano sani e stabili, sorretti dal sottostante volume osseo preservato grazie alla morfologia dell’impianto Prama RF.

Foto per gentile concessione: Dott. Costantino Vignato, Dott. Giuseppe Vignato.
Foto per gentile concessione: Dott. Costantino Vignato, Dott. Giuseppe Vignato.

Due giorni dopo l’inserimento dell’impianto Prama RF si posiziona il provvisorio.

Foto per gentile concessione: Dott. Costantino Vignato, Dott. Giuseppe Vignato.
Foto per gentile concessione: Dott. Costantino Vignato, Dott. Giuseppe Vignato.

Trascorso il periodo di osteointegrazione di 8 settimane, si rimuove il provvisorio. Si noti la conformazione dei tessuti molli che si sono adattati alla forma del provvisorio.

Foto per gentile concessione: Dott. Costantino Vignato, Dott. Giuseppe Vignato.
Foto per gentile concessione: Dott. Costantino Vignato, Dott. Giuseppe Vignato.

Corona definitiva.

Foto per gentile concessione: Dott. Costantino Vignato, Dott. Giuseppe Vignato.
Foto per gentile concessione: Dott. Costantino Vignato, Dott. Giuseppe Vignato.

Immagini cliniche al momento del posizionamento della corona definitiva.

Foto per gentile concessione: Dott. Costantino Vignato, Dott. Giuseppe Vignato.
Foto per gentile concessione: Dott. Costantino Vignato, Dott. Giuseppe Vignato.

Immagini cliniche al momento del posizionamento della corona definitiva.

Foto per gentile concessione: Dott. Costantino Vignato, Dott. Giuseppe Vignato.
Foto per gentile concessione: Dott. Costantino Vignato, Dott. Giuseppe Vignato.

Immagini cliniche del controllo dopo 2 anni.

Foto per gentile concessione: Dott. Costantino Vignato, Dott. Giuseppe Vignato.
Foto per gentile concessione: Dott. Costantino Vignato, Dott. Giuseppe Vignato.

Immagini cliniche del controllo dopo 2 anni.

Foto per gentile concessione: Dott. Costantino Vignato, Dott. Giuseppe Vignato.a-b
Foto per gentile concessione: Dott. Costantino Vignato, Dott. Giuseppe Vignato.a-b

Immagini radiografiche dell’impianto e della corona in situ, al momento dell’inserimento.