Implante Prama RF post-extracción en sitio 2.4 con carga inmediata y corona en resina realizada anteriormente en laboratorio para acondicionar los tejidos tras la cirugía

Dr. Guillermo Cabanes Gumbau, Prot. Violeta Alapont Asensio, Vila Real

Paciente mujer, de 32 años de edad, sin antecedentes médicos generales de relevancia. Se planifica tratamiento dentario de exodoncia de resto radicular de 2.4, con implante inmediato y carga inmediata. En la misma fase quirúrgica se coloca también un implante estrecho Outlink2 Slim en 2.6.

“La ausencia de un margen de cierre pre-determinado me ha permitido la total libertad de realización de un margen protésico personalizado, ya desde el provisional. Un simple recurso como la creación de dos alas laterales de apoyo en los elementos adyacentes permite transferir en la boca del paciente la misma oclusión estudiada sobre modelo en articulador.”

cit. Dr. Guillermo Cabanes Gumbau

Cortesía del Dr. Guillermo Cabanes Gumbau
Cortesía del Dr. Guillermo Cabanes Gumbau

Imagen clínica y con evidencia del resto radicular del elemento 2.4.

Cortesía del Dr. Guillermo Cabanes Gumbau
Cortesía del Dr. Guillermo Cabanes Gumbau

Imagen radiográfica con evidencia del resto radicular del elemento 2.4.

Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.
Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.

Sul modello in gesso viene realizzata una corona in resina con alette di appoggio sugli elementi occlusali adiacenti, per guidare il suo posizionamento in bocca. La corona viene forata al momento della chirurgia.

Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.
Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.

Estrazione atraumatica del residuo radicolare con ausilio dell’estrattore di Benex e debridement dell’alveolo.

Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.
Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.

Misurazione dello spessore gengivale, mediante sonda con stop di gomma, per stabilire la lunghezza della preparazione.

Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.
Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.

Osteotomia e recupero dei frustoli d’osso autologo grazie alla geometria dei taglienti della fresa.

Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.
Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.

Posizionamento immediato di un impianto Prama RF (4.25x13 mm). Nella stessa fase chirurgica viene inserito in posizione 2.6 anche un impianto narrow Outlink2 Slim.

Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.
Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.

Posizionamento immediato di un impianto Prama RF (4.25x13 mm). Nella stessa fase chirurgica viene inserito in posizione 2.6 anche un impianto narrow Outlink2 Slim.

Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.
Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.

Posizionamento del pilastro protesico e perforazione al centro della faccia occlusale della corona in resina. Il gap perimplantare viene momentaneamente protetto con una spugna emostatica per prevenire la possibile contaminazione con resina durante la ribasatura.

Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.
Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.

La corona viene ribasata con resina autopolimerizzante (Reef Crown & Bridges) e viene collocata sul pilastro, lasciando libero il foro vite. Per lasciare libero il foro vite, questo viene riempito con teflon, che verrà eliminato facilmente al termine della polimerizzazione.

Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.
Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.

Si procede con lo svitamento della corona, che ingloba al suo interno il pilastro protesico.

Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.
Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.

Riempimento del gap perimplantare con i frustoli d’osso raccolti durante il fresaggio miscelati a PRF.

Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.
Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.

Si modella la corona con un’adeguata emergenza B.O.P.T., per mezzo di adesivo e composito fluido fotopolimerizzabile. Si semplifica la procedura inserendo un o-ring di silicone nel collo dell’analogo, che funge da stop per il composito fluido al livello desiderato per il limite cervicale della corona. Dopo la solidarizzazione della corona al pilastro, al livello desiderato rispetto agli elementi adiacenti, è possibile eliminare con un disco le estensioni laterali.

Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.
Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.

Visione occlusale, laterale e radiologica al momento del carico del provvisorio, dopo la rimozione delle alette, avvitato all’impianto. Non è necessario suturare, dal momento che la corona stessa funge da “tappo alveolare”.

Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.
Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.

Situazione intraorale dopo 20 giorni dalla chirurgia.

Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.
Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.

Situazione intraorale dopo 20 giorni dalla chirurgia.

Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.
Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.

Dopo 3 mesi si rimuove la corona protesica per verificare l’evoluzione della guarigione dei tessuti mucosi e per poter effettuare la presa d’impronta.

Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.
Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.

Preparazione del profilo di emergenza B.O.P.T. sul modello in gesso e realizzazione della corona avvitata su Prama in posizione 2.4 con pilastro calcinabile con base in titanio e corona incollata con “vite prigioniera” su Outlink2 Slim in posizione 2.6.

Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.
Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.

Preparazione del profilo di emergenza B.O.P.T. sul modello in gesso e realizzazione della corona avvitata su Prama in posizione 2.4 con pilastro calcinabile con base in titanio e corona incollata con “vite prigioniera” su Outlink2 Slim in posizione 2.6.

Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.
Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.

Preparazione del profilo di emergenza B.O.P.T. sul modello in gesso e realizzazione della corona avvitata su Prama in posizione 2.4 con pilastro calcinabile con base in titanio e corona incollata con “vite prigioniera” su Outlink2 Slim in posizione 2.6.

Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.
Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.

Preparazione del profilo di emergenza B.O.P.T. sul modello in gesso e realizzazione della corona avvitata su Prama in posizione 2.4 con pilastro calcinabile con base in titanio e corona incollata con “vite prigioniera” su Outlink2 Slim in posizione 2.6.

Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.
Foto per gentile concessione: Dott. Guillermo Cabanes Gumbau.

Aspetto clinico e radiografico dopo 6 mesi.