ODONTOTECNICO > LE 10 COSE DI PRAMA CHE NESSUNO TI HA MAI DETTO

Il primo punto da cui partire è la programmazione implantare e il posizionamento degli impianti, che avviene grazie alla raccolta di dati clinici, realizzata dal clinico e dal team di specialisti, seguita dalla definizione del piano di trattamento che deve soddisfare la funzione e l’estetica del sistema stomatognatico del paziente.

 

L’utilizzo di una chirurgia protesicamente guidata permette di programmare in modo controllato l’inserimento e l’inclinazione dell’impianto.

1.

Parabole, zenith e papille: poiché questi tre elementi insieme rappresentano la cornice che circonda i restauri e condiziona l’aspetto estetico dento-tissutale, la conoscenza dell’anatomia parodontale assieme all’anatomia dentale è la base da cui partire, requisiti di assoluta importanza per tutti coloro che si occupano di estetica.

Odt. Sonia Cattazzo

Laboratorio NONSOLODENTI, Trento

cropped-logo-master-360-164.png

1.

Flusso analogico: Nel caso di un’impronta classica, è opportuno realizzare una gengiva artificiale, perché ci permette di preservare gli analoghi e tenere sempre sotto controllo la porzione sub-gengivale. Oltretutto facilita le varie fasi lavorative come la fusione a cera persa di componenti calcinabili o la fresatura degli abutment, ma anche l’acquisizione del modello con scanner da laboratorio se si vuole proseguire con una lavorazione CAD-CAM. Nella fase di ceramizzazione, la gengiva artificiale non permette di lavorare ottimamente. Questa fase è facilitata se si passa attraverso una prova intermedia prima di finalizzare il lavoro e si realizza un’impronta di posizione della struttura; in questo caso il nuovo modello può essere sviluppato interamente in gesso. Nel caso di impronta classica analogica, anche se il clinico dimenticasse di trascrivere nella prescrizione il diametro implantare questo è facilmente riscontrabile dal tecnico seguendo il codice colore del transfer, in modo da risalire immediatamente al corrispettivo diametro implantare

Odt. Valerio Zarroli

Laboratorio CAMAIONI ODONTOTECNICI, Teramo